CHI SIAMO

CHI SIAMO

Situata a pochi metri dal confine Svizzero, nella pittoresca cornice del lago Ceresio e delle Prealpi, l’enoteca Vini Rossetti, racchiusa nel cuore della cittadina di Lavena Ponte Tresa, schiude le affascinanti porte del mondo del vino a clienti e visitatori.

Da oltre trentanni l’enoteca vanta sui suoi scaffali una selezione di oltre 2.000 etichette fra vini, distillati, liquori e amari accuratamente ricercati fra le produzioni italiane ed estere.

Accanto all’offerta costantemente aggiornata del miglior vino italiano presente in commercio, convive infatti in perfetta armonia e complementarietà un’ampia vetrina di grandi prodotti europei e internazionali: oltre trecento whisky, numerosi cognac, rum, porto e sherry concorrono a creare l’elegante puzzle di etichette che riveste le pareti del negozio.

Cortesia e professionalità degli addetti alla vendita sapranno guidarvi nella scelta del prodotto che più si addice alle vostre esigenze, mentre con lo sguardo vi perderete fra le storie di tradizione, di famiglia e di convivialità che ogni bottiglia porta con sé.

CI METTIAMO "LA FACCIA"
Eleonora Martinelli

Eleonora Martinelli

Sommelier - Addetta alle vendite

Eleonora Martinelli

Eleonora Martinelli

Sommelier - Addetta alle vendite

Vendemmia 1988. Arriva al quarto anno di giurisprudenza e si accorge che al mestiere dell'avvocato, per i suoi canoni, manca un po' di poesia. Lascia l'università con lo stesso entusiasmo con cui si era iscritta per tuffarsi nel mondo del vino, diventa sommelier professionista e nel 2015 è la migliore studentessa del Master Sommelier di Alma, la scuola di Gualtiero Marchesi. Ha il vizio degli aneddoti e sostiene che bere un vino è bersi la storia di chi lo produce e delle terre dove cresce. Segue la comunicazione e i corsi degustazione dell'enoteca e assicura il rispetto delle quote rosa. Se fosse un vino, sarebbe una Ribolla di Damijan: un vino inusuale, un po' matto, non scontato, difficile a classificarsi. L'eleganza e l'aromaticità del bianco che stupisce reggendo il confronto in struttura e potenza accanto a qualsiasi rosso. Come deve fare una donna che lavora insieme a quattro uomini.

Fabrizio Angieri

Fabrizio Angieri

Socio - Addetto alle vendite

Fabrizio Angieri

Fabrizio Angieri

Socio - Addetto alle vendite

Vendemmia 1966. La prima volta che ha messo piede nel negozio, forse non aveva ancora la barba. Oggi, a trent'anni di distanza, è uno dei proprietari insieme a Roberto e Mattia. Fabrizio è il sorriso del negozio, la cordialità e la disponibilità dell'enoteca Rossetti. Lasciatevi contagiare dal suo entusiasmo e buon umore quando vi racconta la storia di un prodotto. Se fosse un vino, sarebbe un grande Bolgherese, anzi IL bolgherese per eccellenza, il Sassicaia: potente, esplosivo, esuberante, vivace, di grande personalità, saporito come l'aria di mare che rinfresca i vigneti. Un vino che anche dopo anni in bottiglia resta scattante, dinamico, sempre piacevole.

Mattia Della Torre

Mattia Della Torre

Socio - Addetto alle vendite

Mattia Della Torre

Mattia Della Torre

Socio - Addetto alle vendite

Vendemmia 1983. Nasce pescatore, biologo e fungiàtt (cerca funghi), ma la sua passione, quando non è in barca o chinato a sbirciare fra le foglie del sottobosco, sono il vino e la buona cucina. Approda così nell'enoteca più bella e meglio rifornita della provincia, dove non se lo lasciano sfuggire e lo assumono. Oggi è uno dei proprietari, insieme a Fabrizio e Roberto. Mattia è la precisione e l'affidabilità dell'enoteca, il gusto al top senza compromessi. Se fosse un vino, sarebbe un vino di langa. Un barolo di Bartolo Mascarello: austero e inzialmente schivo, ripaga poi chi ha la curiosità di aspettarlo con l'imponenza del carattere, la sfaccettatura della sua beva, le cose incredibili che racconta una volta che vi si entra in sintonia.

Paolo Parrinello

Paolo Parrinello

Sommelier - Addetto alle vendite

Paolo Parrinello

Paolo Parrinello

Sommelier - Addetto alle vendite

Vendemmia 1985. Nato in quell'angolo di Toscana che i toscani non riconoscono - la Lunigiana - diventa innanzitutto juventino, poi ragioniere, poi laureato in giurisprudenza , per capire infine che la sua strada è quella del Vino. Diventa così sommelier AIS, avvia una piccola vigna "col su' babbo" nei terreni di famiglia e si iscrive al Master in Vino e Comunicazione di ALMA - La Scuola Internazionale di Cucina Italiana. Si trasferisce poi a Marsala per tre anni, presso l'Azienda Agricola Barraco, dove fa il vignaiolo a tutto tondo e fra un travaso, una potatura e le vendemmie, rappresenta l'azienda nelle fiere dall'Italia a New York, accoglie i clienti in cantina e approfondisce il tema - irrinunciabile - dei gamberi rossi crudi. Amante spassionato del whisky, collabora attivamente nella realizzazione di serate degustazione guidate insieme al Whisky Club Italia. Ama i formaggi, i salumi, le mostarde, il cinema, la musica, insomma tutto quanto possa esserci di bello. Per questo non poteva che finire da Vini Rossetti. Se fosse un vino sarebbe un Vecchio Samperi di De Bartoli, un vino marsala come si faceva prima dell'arrivo degli inglesi, non "fortificato" dall'aggiunta di alcol. Autentico quindi, schietto, genuinamente legato al territorio e alla tradizione, versatile nell'adattarsi alle diverse situazioni e capace risultare piacevole in ognuna. Un vino onesto, vero e di corpo. Proprio come il nostro Paolo. Ah, stiamo facendo partire una petizione per rendere la sua fragorosa e coinvolgente risata patrimonio mondiale dell'umanità (passate a firmare in negozio).

Zocchi Roberto e Anna

Zocchi Roberto e Anna

Proprietari

Zocchi Roberto e Anna

Zocchi Roberto e Anna

Proprietari

Vendemmia 1944 (lui, lei non si dice). Trent'anni fa Roberto decide di coronare un piccolo sogno: rilevare la fiaschetteria dello zio di Anna per farne un'enoteca dove fossero presenti solo le migliori etichette del panorama vinicolo italiano. Diventa così grande amico di Gaja, del marchese Antinori, dei Barolo Boys e di tutti i grandi nomi che stavano scrivendo la storia del vino italiano. E che senza dubbio finì per scrivere anche lui. Roberto e Anna sono il papà e la mamma del negozio, la sua storia. Se fossero un vino sarebbero allora un vino storico, senza ombra di dubbio un vino spumante per la loro briosità, un metodo classico per il carattere e la struttura, la potenza e l'eleganza. Un vino da grandi occasioni, tutto italiano, un Giulio Ferrari Riserva del Fondatore perché, anzitutto, il negozio lo hanno fondato loro.